Via Giovanni Paisiello, 7
20131 Milano
Tel:
+39 0287169524
Email:
staff@dmwn.com

Cos’è Google Trips: l’App per viaggiare

google trips

A Mountain View si lavora sempre per l’innovazione. Questa è stata una costante caratteristica di Google in tutti questi anni sin dalla sua nascita. Una delle ultime novità di Big G è stata un’app che vuole permettere ai suoi utenti di organizzare viaggi in tutto il mondo e che si chiama Google Trips. Vediamo insieme di cosa si tratta.

LA CLASSICA GUIDA NON SERVE PIÙ?

Tutti conosciamo strumenti come Google Maps, Street View o Google Earth, il celebre software gratuito che consente di visionare immagini e fotografie aeree realizzate con i satelliti su ogni parte del mondo, ma il colosso americano non vuole fermarsi solo a questo.  Il settore dei viaggi e più in generale del turismo è un mercato in continua espansione e che ora ha visto scendere in campo un nuovo forte protagonista come Google.

Google Trips è infatti un vero e proprio organizzatore di viaggi personalizzati sulla base degli interessi e passioni dei suoi utenti e collegato direttamente a Google Maps.  La nuova app è gratuita e disponibile sui dispositivi Android e iOS (non così quindi per gli utenti di Windows Phone). Tutto sarà a portata di smartphone.  Allora cosa ne sarà della classica guida cartacea che abbiamo portato in mano, in tasca o nei nostri zaini in giro per i nostri viaggi e tante avventure? Forse è destinata a non servire più.

COME FUNZIONA GOOGLE TRIPS:

Google Trips offre suggerimenti sulle attività più interessanti nella zona in cui la persona viene a trovarsi in viaggio, una quanto mai innovativa personalizzazione dei programmi giornalieri e la possibilità di prenotare tutto tramite la propria casella Gmail. Un altro fatto da sottolineare è che Google Trips funziona anche offline. Dunque non sarà necessario essere collegati ad una rete internet ma potrà essere consultata in qualsiasi istante, evitando eventuali giri a vuoto in cerca di un Wi-fi. Insomma, si tratta di una vera e propria “guida turistica” da poter consultare in qualsiasi istante e che può facilitare di molto la vita di quelli che tendono a partire last-minute o di chi ha poco tempo per organizzare il tutto.

In Google Trips ci sono tantissime destinazioni popolari in tutto il mondo, sono disponibili programmi del giorno organizzati su una mappa e personalizzabili in base ai propri interessi e al tempo a disposizione.

Ogni viaggio include programmi del giorno, cose da fare, tour tematici, suggerimenti su ristoranti, su cosa vedere, sulle maggiori attrazioni nelle aree limitrofe. Si potranno visionare tranquillamente gli orari, le recensioni e le valutazioni fatte da altri viaggiatori.

Per ogni viaggio vengono suggerite idee su cose da fare organizzate automaticamente in categorie: ad esempio Nearby (Zone vicine), Now (Adesso), Top Spots (Posti migliori), Indoors (Luoghi al coperto), Outdoors (All’aperto). C’è anche una sezione Food&Drink con una lista di ristoranti, bar e caffè con le varie recensioni, le indicazioni stradali per arrivarci, gli orari di apertura e chiusura, ma non i prezzi.

Google Trips rappresenta sicuramente una grossa novità nel panorama tecnologico di oggi che andrà a impattare il modo in cui ci rapportiamo alle città e ai luoghi che visitiamo. Dalla Roma, per esempio, dell’antica tradizione latina fino alla modernissima Las Vegas, sede d’origine di grandi innovatori del nostro tempo come Charles Fey e Herbert Mills, entrambi inventori.

 

skyline

(Fonte pxhere.com – CC0 Public Domain)

PRENOTAZIONI FACILI E PRATICITÀ

Come detto, le prenotazioni vengono fatte da Gmail e, poiché ad essa è naturalmente collegata, l’app ricercherà nella casella di posta qualsiasi riferimento ad altri viaggi, agli spostamenti, agli hotel e quant’altro per poi riorganizzare tutte queste informazioni in singole schede. Molto utile, effettivamente, questa peculiarità.

Perché non iniziare già a vedere degli esempi su come funziona in pratica questa nuova app?

Per tutte le destinazioni, quindi, sono disponibili indicazioni e suggerimenti dettagliati e si potranno gestire le varie prenotazioni con un’unica operazione. Di contro c’è che l’unica lingua al momento è l’inglese e sicuramente vanno implementate alcune funzionalità per migliorare l’esperienza complessiva dell’utente come anche provare ad aumentare il numero delle città disponibili nel mondo, fermo ora a poco di più di 200 in totale.

Non male comunque come iniziativa per chi intende ottimizzare il proprio tempo in viaggio e sfruttare al massimo tutte le utili informazioni all’interno dell’app.

 


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com